PERSONAL PROJECTS

“MUDRA SHE WROTE” (2017)

Mudras are ritual hand gestures used in Induism, Buddhism and Yoga training.
The translation from sanskrit means “seal”. Mudras were probably also used as conventional sign language, as found in a Jakata tale about a bodhisattva who used a hand gesture to ask a woman he was interested in if she was married.
In this story we can find an analogy with a modern age practice that’s diametrically opposite in its context but very similar in its form: it’s the sign communication between criminal gang members from North America used to inform one another about their membership to different clans.
The photographic project Mudra She Wrote is founded on this peculiar resemblance and portrays people that remind the aesthetic of criminal gang members performing Mudras taken from the yoga training.
The final message is meant to invite people to achieve the truth through deeper knowledge of the reality that surrounds them, instead of leaning to their superficial experience of the world.

***

I Mudra sono un gesti rituali o simbolico delle mani usati nell’Induismo, nel Buddismo e nella pratica Yoga. La traduzione letterale del termine sanscrito è “sigillo”.  La presunta origine dei Mudra si riscontra in “un racconto contenuto nei Jātaka in cui si narra di un bodhisattva che vedendo una donna, fece un gesto per sapere se era sposata. I mudra erano quindi espressione di un linguaggio quotidiano.”
Proprio nell’aneddoto sulla presunta origine dei Mudra si riscontra un’ analogia di fondo con una pratica diametralmente opposta dal punto di vista di contesto ma praticamente uguale nell’ambito formale: la comunicazione gestuale tra i membri delle bande criminali statunitensi nell’età contemporanea.
Su questa curiosa analogia si basa il progetto fotografico Mudra She Wrote, in cui si ritrae soggetti che nell’aspetto richiamano l’estetica dei componenti di gang criminali, facendoli posare esibendo ognuno un gesto diverso delle mani che corrisponde non all’appartenenza ad una gang ma bensì a mudra con specifici significati.

Si vuole così spronare all’analisi approfondita delle immagini che conduce alla presa di coscienza dell’antico concetto per cui nulla è come appare, sottolineando il messaggio di fondo che invita a raggiungere la verità grazie alla conoscenza approfondita di ciò che ci circonda.

“NEBULAE MOCKUP” (2016)

“EMPTIFUL” (2015)

“THE GENTLE ART OF MAKING POSTCARDS” (2005- present)

“AI POSTERS L’ARDUA SENTENZA” (2014)
PHOTOGRAPHIC PRINT ON WALLPAPER, MIXED MEDIA.
Do you remember the posters of your musical idols hanging on the walls of your bedroom?
Imagine that they’re still there, covered with layers of a wallpaper made of all your life experiences.
Try to rip off some of that wallpaper from the wall of your consciousness and discover that your musical idols are at the basis of your cultural growth.

Stampa fotografica su carta da parati, tecnica mista.
Ricordate i posters dei vostri idoli musicali appesi alle pareti delle vostre camere da letto?
Immaginate per un attimo che siano ancora lì, sepolti dagli strati di anni che passano, di cose che succedono, di progetti iniziati e conclusi.
Fermatevi davanti alla parete della vostra coscienza e trovate un angolino scollato di vita da strappare via per far riaffiorare i volti di quei musicisti che avete amato e che sicuramente hanno influenzato tutto il vostro percorso di esseri umani.

“KNOCK ON WOOD”  (2012)
Handmade photographic tranfers on recycled wood.
Trasferimenti fotografici realizzati a mano su legno recuperato.

Project featured on photographyserved.com

 

“UNA CITTÀ INDIPENDENTE”  (2009)
A portait book about the most interesting bands, musicians and djs of the local independent scene.
Copies with italian text are still available for sale.

Libro di ritratti fotografici dei musicisti e dj più interessanti della scena indipendente locale.
Copie ancora disponibili in vendita.

 

 

ALL WORKS © ORIELLA MINUTOLA – PLEASE DO NOT REPRODUCE WITHOUT THE EXPRESSED WRITTEN CONSENT.

Annunci